REAL WEDDING: LA STORIA DELL’ABITO DA SPOSA DI ANTONELLA.

Vogliamo raccontarti in questo articolo la storia di Antonella e di come l’abbiamo aiutata con il suo abito da sposa!

Antonella aveva già acquistato un abito, in un negozio e come tante altre spose in questi ultimi 2 anni è stata costretta a rimandare il matrimonio per covid tante volte!

E’ arrivata nel nostro atelier chiedendoci di fare delle modifiche e “alleggerirlo” per la stagione primaverile: il suo matrimonio era stato fissato per gennaio inizialmente, in pieno clima invernale.



Cosa è successo davvero all'abito da sposa di Antonella?

Quello che aveva acquistato era in realtà non un abito da sposa ma un semplice tubino bianco di pizzo, acquistato per forza perché era l’unico che avevano disponibile in quell’atelier di quel genere e lei si è accontentata di quello.

Perché un abito pronto non è sempre la soluzione migliore?


La situazione non è migliorata quando Antonella ha indossato il suo abito davanti a noi: non esaltava purtroppo la sua figura e la sua personalità. Non era solo una questione di alleggerire l’abito ma trovare una soluzione che rispondesse alle sue esigenze al 100% e che le restituisse l’abito da sposa che meritava.


Di storie come quelle di Antonella ne abbiamo sentite tante.


Quello che manca molto spesso nei negozi di abiti da sposa è una persona esperta che la aiuta a capire quale e la forma e il modello giusto che rispecchia la sua fisicità, rende giustizia alle sue proporzioni e alla sua personalità.

Tu giustamente sei la sposa e non conosci questo mondo. E’ compito del professionista guidarti verso la scelta migliore per te… e non per lui e il suo negozio!

La storia e la richiesta di Antonella è una di quelle che più ci è rimasta nel cuore: “vorrei “qualcosa di verde”ci ha confessato. E sul suo tubino non sarebbe stato semplice adattarlo, così abbiamo ascoltato le sue esigenze ma l’abbiamo aiutata anche a capire che poteva esserci per lei una soluzione nuova e personalizzata e che non si sarebbe dovuta adattare di nuovo.


Quale è stata la decisione finale di Antonella?

Le abbiamo proposta una nuova forma, e quello che secondo noi sarebbe stato l’abito giusto per lei.

Da qui è cominciato il suo “vero percorso”. Antonella ha scoperto finalmente quali erano gli step giusti che l’avrebbero portata verso l’abito da sposa che davvero desiderava.


Vuoi leggere la sua testimonianza diretta?

“… Farida, Eleonora e Jounida, l’abito era splendido e tutti mi hanno fatto i complimenti. La giornata era bellissima ho potuto indossarlo anche senza maglione all’interno. Vi invio qualche foto… e vi ringrazio ancora di tutto sono stata molto contenta. Siete bravissime e tutti mi hanno fatto i complimenti per il vestito” . Antonella Travella.


Parole uniche che ci hanno riempito il cuore.

Ad Antonella siamo legate in modo particolare, perché affidarsi ad un atelier sartoriale quando si ha già in mano un abito pronto, essere disposta a ricominciare da zero un progetto e non apportare solo degli adattamenti, non è da tutte. Antonella è una donna di carattere e grande personalità e ha riposto in noi tutta la sua fiducia: ha accettato la nostra proposta sartoriale con entusiasmo!




Antonella soprattutto si è messa in gioco ed è stata disposta a fare un percorso con noi e mettersi nelle nostre mani per uscirne cambiata, valorizzata e con un progetto unico creato su di lei.

Il risultato finale è quello che vedi in queste foto, una sposa unica, un abito che esalta la sua bellezza e la sua fisicità.

Queste sono le storie che ci piace raccontare e i sogni che ci piace creare da zero insieme alle nostre spose.Nel nostro atelier sartoriale i sogni si creano … non si realizzano, grazie al nostro team e al nostro metodo.

Se vuoi saperne di più clicca qui.





29 visualizzazioni0 commenti